Bandiera Inglese

Tutto questo è ridicolo. Tutto questo, Madame, è Versailles

I costumi del film Marie Antoinette in mostra a Prato

 
Costumi del film Maria Antonietta di Sofia Coppola_foto di Leonardo Salvini

Una mostra che si “allarga” col passare del tempo; che racconta moda e costume del Barocco e aggiunge al percorso espositivo un qualcosa di contemporaneo e glamour.

A maggio dell’anno scorso il Museo del Tessuto di Prato ha inaugurato “Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo”, mostra che racconta come si è evoluta la moda nell’arco di tutto il Settecento, dagli esuberanti richiami esotici al rigore dei motivi neoclassici, dai colori brillanti alle nuance pastello.

Adesso il Museo completa la visita esponendo i costumi originali del film Marie Antoinette, diretto da Sofia Coppola nel 2006. Gli scenografici costumi ideati da Milena Canonero e realizzati dalla sartoria The One sono stati premiati con l’Oscar e il Nastro d’argento: un tuffo nell’immaginario moderno e collettivo dei fasti della corte di Versailles, un dialogo tra oggetti e costumi realmente settecenteschi e il loro alter ego filmico.

Una prima parte di questa mostra è dedicata alla figura storica di Maria Antonietta e al contesto socio culturale di quell’epoca: si trovano esposti alcuni corsetti e sottogonne, quasi metafora di come l’abbigliamento fosse una gabbia, esattamente come le convenzioni sociali della corte reale. 

 
 
Gilet Francia, 1780, Lousine di seta ricamata, dal Museo Stibbert

Si prosegue con i capi originali realizzati per il film: dall’abito invernale da giorno indossato da Kirsten Dunst alla partenza dalla corte di Vienna all’abito composto da busto e doppio panier della famosa scena della vestizione alla francese; dai costumi indossati dai futuri re e regina durante l’incoronazione a quelli legati agli incontri con il Duca di Fersen e Madame du Barry fino a quelli delle scene della fuga da Versailles. E infine non potevano mancare alcuni spezzoni tratti dal film.

Insomma, qui ci si può immergere in un’atmosfera un po’ zuccherina e un po’ POP, tra la favola e il lusso, fra perle, merletti e applicazioni in oro, e magari provare a sentirsi un po’ principesse e un po’ re…

Dove: Museo del Tessuto, via Puccetti 3 Prato
Quando: fino al 27 maggio 2018
Orari: martedì - giovedì: 10 – 15; venerdì e sabato: 10 – 19; domenica: 15 – 19; chiusa lunedì
Biglietti: intero 7 euro; ridotto 5 euro 
Per informazioni: www.museodeltessuto.it

 

 

Elena Janniello - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 15/2/2018

I Social di ERBA Magazine: