Bandiera Inglese

Inseminazione artistica

Quando l'arte diventa DISOBBEDIENTE

 
Manifesto di 'Inseminazione artistica' - la mostra disobbediente

Firenze diventa sede di una rivolta artistica che cerca di coinvolgerci tutti, artisti e passanti. La
"città vetrina" si trasforma in una galleria a cielo aperto, non sfoggiando questa volta le sue perle del Rinascimento ma opere di Arte Urbana. Il progetto prende il nome di Inseminazione Artistica ed è promosso da Progeas Family, un gruppo di ragazzi universitari uniti dalla volontà di diffondere le nuove forme di cultura ed arte.

La mostra si apre a chiunque voglia partecipare: dei pannelli di legno sono stati messi a disposizione per gli artisti interessati, con un termine di scadenza entro il quale riconsegnarli. Il filo conduttore scelto per la realizzazione delle opere è, come affermano gli autori, "la migliore delle
virtù: la disobbedienza".

"La Disobbedienza con questa mostra è rivolta verso una città che è stata culla del Rinascimento,
che ha partorito menti geniali e che adesso, piegata da istituzioni pigre e poco interessate all'innovazione, si preoccupa solo di vendere il suo passato senza investire in maniera adeguata
sul suo futuro".
 
Il 15 novembre presso il Circolo Arci di Peretola, ha avuto luogo l'esposizione totale dei 140 pannelli (di circa 120 artisti) che compongono il progetto, un'unica occasione per ammirare tutte le opere prima del loro smistamento nelle strade fiorentine.

Dopodiché "In una data che non comunicheremo fino ad atto compiuto, le opere saranno legate agli alberi dei parchi, giardini, viali e lungarni di Firenze, secondo una mappatura ben precisa. Il supporto che abbiamo scelto, cioè il legno dei pannelli e degli alberi, è stato voluto e ricercato per trasmettere ancora più chiaramente l'idea di arte EFFIMERA e NATURALE che contraddistinguerà l'intero progetto. 


 


 
foto di Chiara Francalanci

Ogni opera sarà alla mercé di chiunque e basterà tagliare un filo per strapparla al suo luogo designato. Naturalmente speriamo che questo non accada e che possano resistere il più a lungo possibile alla vista di tutti i passanti".

Le zone coinvolte comprendono la Fortezza da Basso, viale Spartaco Lavagnini, piazza D'Azeglio, piazza Santo Spirito, piazza Ferrucci, piazza Dalmazia, Novoli, piazza Giorgini etc...

La mostra è al momento in corso e assieme a questa è partita una sorta di caccia alle foto.

Maggiori informazioni sul gruppo Progeas Family

 

 

Chiara Francalanci Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 10/1/2017

I Social di ERBA Magazine: