Bandiera Inglese

La Moda come sinonimo di Arte

Al Museo del Tessuto di Prato

 
Locandina mostra 'Tra arte e moda'
Fonte: www.museodeltessuto.it


Lo scorso venerdì 20 maggio è stata inaugurata la mostra "Tra Arte e Moda" al Museo del Tessuto di Prato. La mostra fa parte di un grande progetto, voluto soprattutto dal Museo Ferragamo di Firenze, per  creare un 'museo diffuso', un network tra più istituzioni culturali. Sono infatti coinvolte anche la Biblioteca Nazionale, La Galleria degli Uffizi, la Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti ed il Museo Marino Marini a Firenze.

Quali sono i punti di contatto tra arte e moda? Può la moda definirsi una forma d'arte? Oppure, può il panorama artistico (soprattutto quello delle avanguardie italiane) diventare moda? Esiste ancora un confine netto tra arte e moda? La mostra cerca di dare una risposta a queste domande, evidenziando l'importanza delle Triennali di Milano degli anni Cinquanta e dei concorsi JSA per tessuto stampato per arredamento.

Dopo una prima sala d'ingresso chiara e pulita che mostra le locandine delle Triennali e alcuni disegni di artisti italiani che vi parteciparono, si varca la soglia della seconda sala dall'atmosfera molto più soft e intima; si viene letteralmente avvolti dai foulard d'autore che scendono a cascata dal soffitto e ondeggiano accarezzando i visitatori, sono riproduzioni di quelli fatti stampare su seta dalla Galleria del Cavallino negli anni Cinquanta, che riportano i disegni di Edmondo Bacci, Franco Gentilini, Roberto Crippa e Giuseppe Capogrossi.  

Foulard, tappeti e arazzi scandiscono lo spazio e ci fanno esplorare i magnifici disegni di Lucio Fontana, Gio Pomodoro, Piero Dorazio, Fausto Melotti, Enrico Prampolini e molti altri.



 



 
Interno della mostra 'Tra arte e moda'
Fonte: fotografia di Elena Janniello

Siamo negli anni del dopoguerra, in un'Italia che ha tantissima voglia di riscatto sociale e culturale, dove il foulard diventa il modo per portarsi l'arte addosso e allo stesso tempo promuovere gli artisti italiani: ed ecco che emerge un sentimento nostalgico verso il futuro di quegli anni '50; ma adesso tutto questo è passato e ci rimangono dei bellissimi pezzi d'artista fatti di un linguaggio universale e simboli ancora attuali. La nostalgia di un futuro passato si trasforma in fiducia per un giovane presente dove arte e moda continueranno a intrecciarsi e mescolarsi creando nuovi linguaggi, nuove forme d'arte.


Viste le premesse esposte al Museo del Tessuto di Prato, non vedo l'ora di visitare le altre parti della mostra allestite nei vari luoghi fiorentini...
 

Tra Arte e Moda
Nostalgia del futuro nei tessuti d'artista del Dopoguerra
Museo del Tessuto Via Puccetti, 3 59100 Prato
www.museodeltessuto.it
21 maggio 2016 - 19 febbraio 2017
Prezzo biglietto intero € 8
Convenzioni tra il Museo del Tessuto di Prato, il Museo Salvatore Ferragamo e il Museo Marino di Marini di Firenze

 

 

Elena Janniello - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 20/7/2016

I Social di ERBA Magazine: