Bandiera Inglese

Intervista alla redazione de 'La gazza ladra'

Il nuovo giornale interscolastico pratese che non parla solo ai teenagers

 
Copertina del numero 0 della rivista 'La gazza ladra'
Fonte: redazione 'La gazza ladra'

Da dove nasce l'idea di creare una redazione interscolastica e dare vita ad un magazine un po' controtendenza visto che si tratterà di un giornale cartaceo?
L'idea nasce dalla consapevolezza che creare una rete tra più istituti superiori pratesi sia il modo più efficace di confrontarsi su svariati temi che non si limitano al pensiero dei ragazzi appartenenti a un'unica scuola, bensì a quello di molteplici menti dai diversi interessi. Consci del fatto che le attitudini dei ragazzi che frequentano un tecnico o un linguistico siano diversi da quelli dei ragazzi di un classico o di uno scientifico, è dunque un ampio e ricco collegamento di idee e ideali. Abbiamo deciso di creare due versioni della Gazza: una cartacea e una online, entrambe gratuite. Sappiamo che ormai la tendenza è quella di utilizzare siti internet o social network, ma sappiamo anche che sfogliare un giornale è molto più appagante che leggerlo adattato a uno smartphone, tablet o pc. Ci stiamo impegnando affinché la versione cartacea divenga ecologicamente sostenibile, ma per utilizzare carta riciclata occorrono fondi, per cui aspettiamo il momento in cui avremo i mezzi per far divenire la Gazza un giornale all'avanguardia - in ogni caso è tra i buoni proposti per i numeri futuri.

Da chi è composta la redazione? Parlateci un po' di voi e delle vostre passioni...
La redazione è composta da sei membri: Gabriele Nunziati, Mattia Martire e Federico Lo Iacono del Liceo Classico Cicognini, Marta Logli del Copernico, Gaia Taiuti del Livi e Chiara Pacini del Convitto Cicognini. Abbiamo tutti passioni e interessi diversi, c'è chi è un appassionato di lettere e storia, chi di politica, chi di scherma o chi di danza, chi di pallavolo o chi di palestra e ingegneria - variano molto gli ambiti d'interesse in cui ci stiamo specializzando - ma la cosa che raggruppa tutti quanti è la voglia di scrivere e leggere, la voglia di conoscere e di avere i mezzi per far conoscere agli altri.

'La gazza ladra'... parlateci un po' della scelta di questo nome e della grafica che avrà il nuovo magazine...
Il nome è stato scelto per una casualità, e proposto in un brainstorming. Mattia lo propose, e inizialmente non lo prendemmo in considerazione, poi però ci piacque e lo immaginavamo già pronunciato da tutti quanti per le vie del centro e nelle scuola, e trovammo carina l'idea di una gazza paragonata alla rivista che si appropria degli articoli dei giovani giornalisti come di perle e gioielli per portarli nello stesso nido culturale. Per quanto riguarda la grafica invece, noi abbiamo consigliato e partecipato decidendo il format e le linee guida, ma il merito è di Matteo Fiorino, uno studente fiorentino che ci ha aiutati in questa impresa. 

 
Parte della redazione alla presentazione della rivista al Giardino Buonamici a Prato
Fonte: fotografia di Mirko Lisella

Che tematiche tratterete nel nuovo magazine? Come sarà articolato e che cadenza di uscita avrà?
Nella rivista si parla di politica inter/nazionale, di storia, sport, musica, arte, letteratura e cinema, ma soprattutto della città di Prato, di vicende legate alle strade e ai personaggi che ne hanno fatto la storia, di storie della gente comune - in questo primo numero l'intervista ad un immigrato del Senegal e ad un vecchio imprenditore pratese - e ovviamente di tanti scoop e approfondimenti sull'ambiente scolastico della città. Per quanto riguarda la cadenza, vedremo in base ai fondi che riusciremo a trovare se farne un bimestrale o un trimestrale. Questo bellissimo numero zero, di cui andiamo molto orgogliosi, ci servirà anche per trovare gli sponsor per i numeri del prossimo anno, che partiranno da settembre. Chiunque voglia contribuire al nostro giornale con le proprie inserzioni pubblicitarie può scriverci a lagazzaladra.prato@gmail.com o a redazione@ecodelnulla.it, la mail della rivista L'Eco del Nulla che coordina il progetto.

Qual è il TARGET che volete raggiungere? Volete limitarvi ai soli TEEN o puntate ad ottenere la visibilità di un bacino di pubblico più ampio?
Non abbiamo mai voluto che la Gazza si limitasse a esser conosciuta solo tra i banchi di scuola, anche se stiamo parlando già a moltissimi ragazzi, ma abbiamo deciso di essere ambiziosi, e per questo abbiamo distribuito e stiamo distribuendo la Gazza in molti locali pratesi, affinché possa essere sfogliata e letta da cittadini di ogni età.


E allora che aspettate?!
Leggete on line il numero 0 de
'La gazza ladra' 



 

 

Francesca Nieri - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 20/7/2016

I Social di ERBA Magazine: