Bandiera Inglese

JAH, da restauratore a profanatore?

I suoi graffi di vernice un antidoto contro l'indifferenza


 

Da restauratore a profanatore? Giacomo Jah Bettega, dopo anni di meticolosa ricerca sul restauro conservativo dei palazzi di Venezia, identifica nella street art un diverso approccio "conservativo". L'artista di Treviso si arma di bombolette spray per "conservare" memorie, pensieri o per sottolineare atti distruttivi che passano ormai inosservati.

Con la tecnica degli stencil riporta nel nostro vivere quotidiano i ritratti di scienziati, filosofi, ma anche attori e musicisti rap che hanno saputo rompere schemi e rigide ottusità nel corso di questi ultimi cinquant'anni. La sua arte conservativa si trasforma in una salvaguardia del pensiero, fino a sfociare in un'amara denuncia del "non pensiero". Come nella sua opera "Moda mare", dove  un giubbotto da salvataggio riporta a galla vergognose pagine di cronaca mediterranea.

Le sue provocazioni artistiche si schiantano sulle pareti metropolitane o sulle superfici di materiali riciclati, come vecchi legni, scarti di carta e cartoni marchiati da brand commerciali. Le sue figure precise, espressive, emergono misteriosamente da una manciata di pixel in rigoroso antagonismo cromatico. Ed è così che talvolta l'artista decide di annegarle in un caos di colore. Una scelta dalle tinte accese che sembra rivelare una lotta interiore fra il bene e il male, il bello ed il brutto, il perfetto e l'imperfetto.

Mostre e festival di street art lo hanno reso noto in diverse città italiane, fra cui Trento, Predazzo, Primiero, Venezia, Treviso, Grosseto, Rieti, Reggio Calabria, Catania e Palermo.

La sua "missione conservativa" non passa solo attraverso graffiti di memoria. In fondo al cuore Bettega vuole solo sollevare uno sguardo. Quindi, talvolta, si limita a tener vivi i nostri istinti basici, al fine di risvegliare i sensi, anche scatenando una semplice risata. Un po' come a voler "restaurare" tutto ciò che rende vivo un essere umano.

I suoi "graffi" di vernice sono, certamente, un efficace antidoto contro l'indifferenza. 


Per conoscere meglio la sua arte:
Pagina FB Jahart  
Profilo Instagram giacomojah 
Indirizzo e-mail disoccuparte@gmail.com

 
 
 
 
 

Beatrice Calamari per ERBA magazine

Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 31/10/2017

I Social di ERBA Magazine: