Bandiera Inglese

La zucca di Halloween

Zucca intagliata con le fattezze di Jack O'Lantern
Fonte: www.futureofthebook.org

Quasi tutti sanno che la festa di Halloween deriva da un'antica tradizione celtica. Il 31 ottobre ricorrevano i riti della notte di Samhain, che in gaelico significa fine dell'estate, si festeggiava infatti il passaggio dall'estate all'inverno, la stagione calda lasciava il posto alla stagione delle tenebre e del freddo. Il 1° novembre iniziava per quei popoli, che vivevano principalmente di agricoltura, un nuovo anno e proprio nella notte di Samhain le comunità celtiche ringraziavano gli spiriti per i raccolti estivi.

Probabilmente più sconosciuta è l'origine della tipica zucca intagliata, ormai una delle icone principali della festa di Halloween. Alla zucca è legata la leggenda di Jack O'Lantern, un irlandese noto per il suo caratteraccio e per la propensione all'alcol. La leggenda racconta che nella notte di Ognissanti Jack si trovò alle prese con il diavolo che reclamava la sua anima. Lo scaltro irlandese decise di giocarsi il tutto per tutto convincendo il diavolo ad esaudire un suo ultimo desiderio. Jack chiese al demonio di cogliere per lui una mela posta sull'estremità più alta di un ramo. Il diavolo salì sull'albero e mentre coglieva il frutto, Jack incise velocemente una croce sulla corteccia che avrebbe impedito al demonio di scendere giù. Con la vittoria in pugno, Jack propose un patto: egli avrebbe cancellato la croce, se l'altro si fosse impegnato a non pretendere più la sua anima. Nonostante il diavolo avesse acconsentito al ricatto, il fegato di Jack, a causa della vita dissoluta, non tenne conto degli accordi e non resse molto alle continue sbronze. Così, nella notte di Ognissanti dell'anno seguente, Jack morì.

Visti i numerosi peccati di cui l'irlandese si era macchiato in vita, questi non fu accolto in Paradiso ed anche quando si presentò alle porte dell'Inferno il diavolo, in conseguenza dell'affronto subito, gli sbarrò la strada cacciandolo. Tuttavia, il diavolo donò a Jack un tizzone che gli illuminasse la strada durante il suo eterno vagare in cerca di un posto per la sua anima. Jack s'ingegnò per far durare più a lungo possibile quella luce e per questo la ripose in una rapa cava. Da quel giorno Jack vaga senza un rifugio con la sua rapa.

Per commemorare questa leggenda gli irlandesi nella notte di Ognissanti esponevano alle finestre la rapa illuminata e intagliata con le fattezze di Jack O'Lantern.

E la zucca, direte voi?!?! Semplice, gli immigrati irlandesi che lasciarono la loro terra per recarsi in America non trovarono lì rape grosse abbastanza da poter essere intagliate. Trovarono però una notevole quantità di zucche, queste sembrarono subito degne sostitute delle rape!

La leggenda di Jack O'Lantern ha numerose trasposizioni, certe, ricche di dettagli, ad esempio, precisano che Jack di professione faceva il fabbro e il suo incontro con il diavolo avvenne in un pub, ma sono molte anche le versioni in parte diverse: in qualche libro si parla ad esempio di cipolle intagliate e non di rape. Del resto ciò che rende viva e affascinante ogni leggenda è proprio il mistero che le circonda e il loro mutare di decenni in decenni e di racconto in racconto.



Lucia Corsetti - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 27/6/2016

I Social di ERBA Magazine: