Bandiera Inglese

Potrei avere le cuffie?

Episodio 8: Sanremo, 'Gaetano', 'Barbara e altri Carella'


Rudy Marra 'Gaetano' copertina album
 

Febbraio è (quasi) sempre stato il mese del festival di Sanremo e io volevo cogliere l’occasione per scrivere un pezzo sulla mia canzone sanremese preferita di sempre: “Gaetano” di Rudy Marra (1991). Con quel “Come eravamo stupidi Gaetano / Ci facevamo male e poi ridevamo / Com’eravamo ingenui, Gaetano / Noi liberi sino alla fine e poi ci legavamo”, mi ritrovo ogni volta a pensare di ricordare milioni di cose e perdermi dentro quattro mura. Poi, terminato il “viaggio”, sono a fare i conti anche col tempo finito per questo articolo e con l’ennesimo “domani lo scrivo”.

La seconda volta che mi sono perso nello scrivere è stata per il titolo. Ho pensato direttamente a “Gaetano” finendo ad immaginare la formula: “Sanremo + Gaetano = Gianna”. Di colpo Gaetano è diventato Rino e il festival quello del ’78. Anni bui, quelli, per la kermesse che alle perse concedeva/subiva apparizioni assurde, stralunate e talvolta geniali.

 
Barbara ed altri Carella copertina album
 

Ah se solo il festival dell’anno dopo (quarant’anni fa), avesse concesso maggiore visibilità ad Enzo Carella, che arrivò secondo con “Barbara” pubblicando un disco che probabilmente non è un capolavoro, ma resta comunque notevole, oggi forse avrei una versione decente e non scricchiolante di un album introvabile: “Barbara e altri Carella”. Se è vero che negli anni settanta si rischiava di più in ambito discografico, è vero anche che le ristampe (e quindi un salvataggio/ricordo decente), sono solo per la gloria di chi in una qualche maniera ce l’ha fatta davvero.
 

Peccato, perché nel disco ci sono i testi notevoli di Pasquale Panella, autore per Battisti nel periodo post-Mogol, così come la cura musicale dei Goblin (sì, quelli di “Profondo Rosso”), in brani come “Foto” e “Amara”. Ne valeva la pena - mannaggia (ehi ho scritto “mannaggia”!).


 

Alessio Cerasani - ERBA magazine

Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 19/3/2019

I Social di ERBA Magazine: