Bandiera Inglese

Final countdown

Il Blog di Isabel dalla 40ena

Il conto alla rovescia è iniziato… la data di partenza è fissata sul calendario…. Dopo quasi un anno in questo meraviglioso paese, il 30 settembre  tornerò nella mia amata terra, la Galizia. Voglio davvero vedere la mia famiglia, i miei amici… dopo così tanto tempo e con tante cose vissute quest'anno ma la malinconia e la nostalgia sono molto presenti, il tempo è passato molto molto velocemente. Non posso credere che sia passato già un anno! È stato molto intenso a causa del Covid. ma ho anche sperimentato così tante cose meravigliose, ho imparato così tanto e sono molto orgogliosa.

 
 


Torno a casa con la valigia piena: piena di esperienze meravigliose, persone incredibili, esperienze uniche, buoni amici che si possono dirsi più che amici, anche famiglia, apprendimento, positività, tante conoscenze da livello sociale, culturale e personale. Nuovi luoghi, altre culture, altri modi di vivere, altre persone e altre mentalità e molte altre cose impossibili da descrivere a parole. Torno piena di aneddoti, nuove sensazioni, nuovi pensieri, nuove emozioni. 

Davvero, vi direi solo una cosa e che se avete la possibilità di fare un'esperienza come la mia, non esitare! Senza dubbio tornerete a casa essendo un'altra persona, queste esperienze arricchiscono .ma te ne rendi conto solo a posteriori, facendo un bilancio! Devo confessarvi una cosa,  oltre a partire carica di momenti incredibili e meravigliosi ho deciso di portarmi un pezzetto di questa esperienza sulla pelle per sempre: ho fatto il mio primo tatuaggio, una frase in italiano: ''il cuore è il più grande viaggiatore''. Ricordo che da quando ero più piccola ho sempre avuto in mente di farmi un tatuaggio, ma volevo che fosse qualcosa di significato, vero e speciale per me visto che sarebbe stato qualcosa per la vita. Finalmente ho trovato quel qualcosa, so che voglio che questa frase rimanga sulla mia pelle per tutta la vita. 
Torno a casa felice, molto felice.    


 
 

Dopo questa incredibile esperienza posso solo dire che Prato sarà sempre la mia seconda casa e sono sicura che tornerò! Vorrei ringraziare tutti quelli che in un modo o nell'altro hanno fatto parte di questo incredibile anno e che hanno fatto parte di questa bellissima esperienza.
Alla mia mentore Laura: semplicemente non ho parole, grazie per essere, per essere come sei ma soprattutto esserci stata sempre dal mio arrivo fino all'ultimo giorno, non potrei essere più fortunato di averti avuto come riferimento. Sei stata fondamentale in questa esperienza e oltre al mio coordinatore, la cosa più speciale è che sei e sarai sempre un' amica per me.

Nacho, ovviamente,  mio connazionale, sapevo già prima di partire che quando sarei arrivata qui avrei avuto un compagno galiziano. Dal primo momento mi ha fatto parlare l'italiano in modo che potessi impararlo e una volta che l'ho imparato mi ha detto "che fai, parli italiano? Con me? Grazie a lui e condividendo i nostri detti galiziani quante risate e aneddoti, mi sono sentita come a casa. Grazie e mille grazie!

Grazie a tutti i colleghi dell'ufficio, senza dubbio è stata un'esperienza incredibile lavorare con voi per tutto questo tempo, mi mancherete tanto! Ho ricevuto una grande accoglienza sin dal primo giorno e arrivare in ufficio respirando sempre una bella atmosfera piena di positività è stato davvero importante! Sentirmi libera di raccontarvi i miei aneddoti, i caffè insieme e tutti i momenti trascorsi sono stati fondamentali per rendere il mio progetto una bellissima esperienza.  Grazie mille per avermi reso parte di una grande squadra di professionisti ma soprattutto brave persone che siete.   


 
 

Devo assolutamente ringraziare anche tutti gli amici che mi sono fatta grazie al tandem linguistico, ho conosciuto persone meravigliose, trascorso bei momenti e ci siamo fatti tante risate. Ai miei bambini e ragazzi di We Meet, grazie per avermi dato così tanto a livello sociale e personale non ho parole per descrivere quanto questo è stato importante. Grazie anche allo staff dell'Ostello Magnolfi, dove ho vissuto, per avermi sempre fatto sentire a casa.
A tutti quelli che in un modo o nell'altro ho incontrato durante queste percorso, non posso  essere più grata!


Ricordo il giorno in cui sono uscita di casa per iniziare questa avventura, è stata una partenza difficile e dolorosa ma anche emozionante, avevo tanta voglia di partire. Adesso che devo tornare, ho la stessa sensazione, una parte di me , un pezzo del mio cuore resterà sempre qui, nella mia seconda casa, la mia cara Prato, nella mia cara Italia.

 
Ultima revisione della pagina: 2/12/2020

I Social di ERBA Magazine: