Bandiera Inglese

Progetto Rigenerprato

 

Il progetto nasce per dare una risposta al problema dell’edilizia pubblica, particolarmente significativo nel Comune di Prato: circa il 90 % dei nuclei familiari ospitati negli alloggi popolari sono nella fascia di povertà e non hanno nel breve termine nessuna prospettiva di poter migliorare la propria situazione in modo tale da poter raggiungere l’autonomia economica necessaria per trovare un altro alloggio ai prezzi del mercato immobiliare.

Attualmente il tasso di rotazione a Prato degli 
alloggi popolari è dello 0,9% annuo; ciò non consente all’Amministrazione di poter dare risposta alla crescente domanda di alloggi sociali e, di conseguenza, ha portato ad un aumento della spesa pubblica nel campo dell’emergenza alloggiativa, che nel 2018 è stata di euro 1.156.629,56. Inoltre negli alloggi coinvolti dalle attività progettuali vi è un alto tasso di giovani NEET, con conseguente aggravamento del costo sociale sostenuto dal Comune di Prato.

Si ritiene che i fattori che attualmente ostacolano il processo di integrazione lavorativa del gruppo target e sui quali si intende agire con le azioni progettuali sono le seguenti:

 
 
  • non adeguata cultura imprenditoriale, non adeguata presenza di servizi di assistenza, promozione e consulenza che si propone come condizione di contesto problematico per l’inserimento lavorativo dei componenti del gruppo target;
  • mancato possesso di competenze adeguate al mercato del lavoro;
  • pressione di stereotipi culturali verso il gruppo target;
  • carenza di pianificazione occupazionale adeguata e sostanziale incongruenza tra l'offerta formativa e la richiesta di professionalità;
  • fragilità e carenza di auto-promozione del gruppo target.
 

Con il presente progetto l’Amministrazione Comunale vuole dunque realizzare delle azioni che consentano di dare una risposta ai bisogni abitativi della cittadinanza e migliorare la condizione socioeconomica dei residenti di ERP, generando al contempo un risparmio della spesa pubblica.

Sulla base di una valutazione multidimensionale dei bisogni e delle potenzialità di ciascuna famiglia, verranno messi in atto interventi personalizzati di consulenza, orientamento, monitoraggio attivazione di una rete integrata con altri servizi pubblici e privati del territorio, al fine di accompagnare la famiglia verso l'autonomia e il reinserimento nella società superando quei fattori di vulnerabilità che ne hanno determinato l'esclusione, uscendo dai meccanismi di assistenza e di sussidio e creando i presupposti economici affinchè possano uscire dal sistema di alloggio pubblico e entrare nel mercato immobiliare privato. Il capitale e la sua remunerazione deriverà dai risparmi futuri per la pubblica amministrazione e dai benefici sociali generati dal raggiungimento dei risultati raggiunti

 

Obiettivi

L’obiettivo generale del progetto è finanziare un programma di interventi per nuclei familiari residenti nelle case di edilizia popolare nel Comune di Prato, allo scopo di avviare un percorso di autonomia socioeconomica e un’opera di rigenerazione complessiva degli spazi comuni, al fine di offrire un servizio migliore ai cittadini in situazione di disagio e diminuire il costo della spesa pubblica del Comune di Prato per l’emergenza alloggiativa.

Il progetto intende realizzarsi attraverso il sistema Social Impact Bond (SIB), un meccanismo di finanziamento appartenente alla famiglia del 'pagamento a fronte di risultati' (Pay by Results) in cui il rendimento per l’investitore è determinato dal raggiungimento dei tre obiettivi sociali sotto menzionati, comportando risparmi futuri o miglioramenti dei servizi pubblici offerti per il Comune di Prato che ripaga gli investitori in base agli indicatori di impatto elaborati nello studio di fattibilità.

 

Obiettivo specifico 1: il progetto prevede l’individuazione ed il contrasto ai fattori di povertà che caratterizzano i nuclei familiari residenti nei due plessi popolari oggetto della sperimentazione e l’accompagnamento, con l’aiuto di facilitatori di comunità, in un percorso mirato a valorizzare, attivare e promuovere le risorse e le capacità individuali necessarie al raggiungimento dell’autonomia economica e dell’inclusione sociale delle famiglie e avere così una maggior tasso di rotazione degli alloggi;

Obiettivo specifico 2: il progetto prevede il design e l’implementazione di un percorso formativo fortemente personalizzato rivolto ai giovani abitanti NEET dei due plessi popolari che, con l’accompagnamento dei facilitatori di comunità, li aiuti a sviluppare competenze personali, relazionali, educative e professionali, con l’obiettivo di contrastare la dispersione scolastica, facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro o il reinserimento in percorsi scolastici tradizionali;

Per l’obiettivo specifico 3: il progetto prevede l’avviamento di un processo di rigenerazione fisica degli immobili e degli spazi di socialità condivisa interni ai palazzi condotto dagli stessi residenti. Il fine è quello di creare o aumentare un atteggiamento di cura e di rispetto dei residenti nei confronti dei due plessi, rafforzandone la percezione di 'bene comune', permetterne un utilizzo più funzionale e più sicuro per coloro i quali li vivono quotidianamente (i più giovani) e porre le condizioni affinché altri ritornino a viverli (anziani e famiglie), compreso il vicinato. Infatti, gli spazi comuni possono diventare luogo in cui si stringono relazioni e network tra i residenti ed il quartiere circostante, rafforzando così le dinamiche di inclusione sociale nel territorio.

 

Partner del progetto: Comune di Prato, PIN - Polo Universitario Città di Prato, Edilizia Pubblica Pratese (EPP), Fabrica, LAMA Development and Cooperation Agency.

 

Per maggiori informazioni:


Francesco Silipo - referente del progetto

Telefono: 0574-1837711
E-mail: f.silipo@comune.prato.it

 
 Loghi: Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica, Fondo Innovazione Sociale, Comune di Prato
Ultima revisione della pagina: 13/9/2021