Bandiera Inglese

L'aperitivo Pratese


La storia dell'aperitivo inizia nel V secolo a.C con Ippocrate il quale somministrava vino aromatizzato dal sapore amarognolo ad alcuni dei suoi pazienti.

Questo succedeva perché il gusto amaro della bevanda curava l'inappetenza aprendo lo stomaco, come ci suggerisce il termine 'aperitivo' che deriva dal latino 'aperitivus' cioè 'che apre'.

Il Vermouth, primo liquore da aperitivo vero e proprio, nasce a Torino nel 1786 per mano di Antonio Benedetto Carpano, persino Vittorio Emanuele II lo apprezzò a tal punto da renderla bevanda di corte.

Da quel punto in poi si è diffusa l'abitudine di bere questa bevanda accompagnata da qualche stuzzichino prima della cena, che aiuti a sopportare meglio l'assunzione della bevanda alcolica.

 
 

Arriviamo quindi ai giorni nostri e all'usanza dell'Happy Hour, un modo efficace per i bar che vogliono aumentare la propria clientela: si tratta di una fascia oraria tra le 18.00 e le 19.00 durante cui chiunque finisce di lavorare possa ritrovarsi con i colleghi e amici per aspettare l'ora di cena in pieno relax.

Fin dai primi mesi del 2020 abbiamo compreso quanto siano importanti questi momenti di serenità in compagnia e, nonostante l'aperitivo al bar adesso sia impensabile da attuare, la città di Prato ha trovato comunque un modo per regalarci questi attimi di svago.

Che siano taglieri accompagnati dal classico bicchiere di vino, panini, schiacciate o raffinati finger food, molti locali pratesi hanno pensato di portare l'aperitivo nelle nostre case grazie al servizio di asporto del territorio o di consegna a domicilio.

 

Il classico aperitivo pratese è ricco di specialità ed eccellenze del territorio, sia dal punto di vista del mangiare (con la mortadella di Prato) che del bere (con il Vermouth di Prato), provare per credere!

E così, oltre a creare un'atmosfera di pace nelle nostre case, contribuiremo a sostenere Prato e i suoi locali, quelli che tante volte ci hanno ospitato, regalandoci serate fatte di sorrisi. 

 
 

E' arrivato il momento di restituire alla nostra città il calore che ci ha sempre donato, sostenendola in un periodo così difficile per tutti, anche semplicemente attraverso un bicchiere di vino.


Clara Carlesi - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 26/1/2021

I Social di ERBA Magazine: