Bandiera Inglese

Manuale d'uso per un vita di merda - Adessoscrivo


"Ma tu lo sai chi sei?

Che stupida che piangi e piangi e non lo vedi che ti si consumano gli occhi".

Non esiste regola e non esiste nemmeno un vero e proprio manuale d'istruzioni e se esistesse non c'è titolo migliore di 'Manuale d'uso per una vita di merda', proprio come quello di Adessoscrivo.

Oppure potrebbe semplicemente intitolarsi 'Credi più in te stessa, nessuno può dirti chi sei'.

 

Come scrive l'autore, perdiamo troppo tempo a preoccuparci di ciò che dice la gente, diamo un peso alle parole sbagliate, alle troppe chiacchiere delle persone.

A volte basterebbe solamente spegnere la luce, abbracciare il buio ed ascoltare i nostri silenzi, quelli sì che fanno davvero rumore.

"Ti senti mai sbagliata?"

Noi con i cerotti sul cuore ci sentiamo sbagliati un po' troppo spesso.

Che siamo noi nel bel mezzo di una tempesta, fradici di emozioni turbolente, o che siamo sotto il sole cocente di piena estate, per noi non esistono vie di mezzo.

 
 

Tornando alla domanda inziale: Chi siamo noi?

Probabilmente, come sostiene Adessoscrivo, 'Siamo ciò che non mostriamo nascosti nel buio'.

Siamo tutti stelle inesplose, ci sentiamo piccoli puntini luminosi, ma non ricordiamo dell'enorme quantità di luce che emaniamo.

 

Noi il buio ce l'abbiamo dentro, ma viviamo di luce eterna e spesso questo lo dimentichiamo.

Perché leggere questo libro?

Perché ad ogni pausa tra una parola e l'altra ti rimane un silenzio dentro assordante, uno di quelli che sei costretto ad ascoltare, uno di quelli che ti costringe a guardarti dentro.

 
 

Credetemi, vi accorgereste di aver abitato in una casa senza specchi e d'improvviso vi ritroverete nel bel mezzo di una sala prove circondati interamente da specchiere a provare il più bel balletto di tutta la vostra vita.

Siamo il più bello spettacolo mai visto, non state dietro le quinte, apritelo questo sipario.

Il mondo ci merita.


Noemi Lombardi - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 18/3/2021

I Social di ERBA Magazine: