Bandiera Inglese

Love and Monsters


Dalla regia di Michael Matthews esce sulla piattaforma di streaming Netflix 'Love and Monsters' nel 2020, un film molto divertente che è stato anche candidato al Premio Oscar come 'migliori effetti special'.

La vicenda è ambientata nell'ennesimo futuro post apocalittico dove le specie di animali a sangue freddo hanno subito una mutazione diventando così un pericolo per la specie umana e costringendola a scappare e a nascondersi.

 
 

La storia ci viene raccontata dal protagonista Joel, sopravvissuto insieme al suo gruppo dentro un bunker sotterraneo per sette anni.

Il ragazzo però decide di voler affrontare la superficie nonostante l'inesperienza per raggiungere la propria ragazza che non vede dall'inizio dell'apocalisse.

Il film ha una storia lineare, ovvero il percorso progressivo che Joel percorrerà per arrivare da Aimee, la sua ragazza, ma ciò che rende interessante questo racconto è il mondo nel quale è ambientato e come il film si approccia ad esso.

 

A differenza degli svariati film apocalittici, Love and Monsters si racconta in maniera più comica, ispirandosi a film dal calibro di Zombieland, e però nel mentre costruisce un mondo ben dettagliato e credibile che affascina tanto lo spettatore quanto il protagonista che ci entra per la prima volta in contatto.

I mostri sono realizzati benissimo, sia a livello di concept che come effetti speciali, in più riprendono alla perfezione le caratteristiche degli animali ai quali si ispirano, e ogni nuova informazione che ci viene raccontata su ognuno di loro, ritornerà presto o tardi nella trama.

 
 

I personaggi sono ben caratterizzati, Joel è ottimo per immedesimarsi date le sue prime e grosse difficoltà in un mondo che, proprio come per noi, gli è sconosciuto, ma con il progredire della storia riuscirà a superare molti ostacoli anche grazie ad altri memorabili personaggi: Clyde e Minnow, un uomo e una bambina sopravvissuti che addestreranno il nostro protagonista e lo accompagneranno per buona parte della sua strada verso Aime, personaggio forte che ha reagito in maniera completamente diversa rispetto al ragazzo.

Un plauso va fatto anche per la caratterizzazione del cane Boy, il quale con pochi tratti e molto ben delineato come personaggio pur essendo un animale e quindi di conseguenza muto.

 

Il film sul piano registico è solido, non c'è niente di troppo caratteristico ma rimane un buon lavoro, per quanto riguarda la sceneggiatura alcuni espedienti narrativi sono forse troppo prevedibili e sul finale forse anche frettolosi, tutto sommato però lascia comunque il suo impatto anche per riguarda la morale: 'Comunque anche se mostri, rimangono animali', che è spesso presente in queste storie.

Concludendo, Love and Monsters è un film che pur non prendendosi troppo sul serio riesce a costruire un mondo molto interessante condito con bei personaggio e del sano umorismo che taglia la tensione.

 

Lorenzo Falconi - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 12/10/2021

I Social di ERBA Magazine: