Bandiera Inglese

Miss Marx


Miss Marx è un lungometraggio di produzione Italo-Belga uscito nel 2020, è stato scritto e diretto da Susanna Nicchiarelli, regista e sceneggiatrice italiana conosciuta per il film 'Nico, 1998' del 2017.

Il film è una biografia che tratta la storia della figlia minore di Karl Marx, Eleanor Marx, dove la narrazione viene divisa tra la costante lotta della giovane donna per promuovere il socialismo nel Regno Unito, e il rapporto logorante con il compagno Edward Aveling.

 
 

La regista esegue un ottimo lavoro nel mettere in scena l'influenza negativa e pressante del patriarcato negli anni di fine 800, influenza che si ripercuote in modo opprimente sulla nostra protagonista, tanto da sconfiggerla portandola al suicidio.

Tutte le fatiche della giovane Marx sono trasmesse in modo forte anche grazie alla performance dell'attrice Romola Garai, che ricrea perfettamente la sofferenza della donna tramite la sua espressività e sostenuta anche da un'ambientazione dettagliata e fedele di costumi e scenografie che aiutano molto nell'immersione ma che stonano, volutamente, con la colonna sonora più improntata verso il punk con la quale si vuole valorizzare il carattere della protagonista così fuori dal suo tempo ma purtroppo incatenata ad esso e alle sue condizioni.

 

La regia del film non spicca molto, non quanto la sceneggiatura e la cura per l'ambientazione, ma riesce benissimo a trasmettere il messaggio femminista così importante per Susanna Nicchiarelli, portandoti quasi al disgusto e alla sofferenza in alcune scene del film, anche la fotografia aiuta questo coinvolgimento soprattutto con l'alternarsi di colori caldi di case e paesaggi ai grigi freddi delle città, delle fabbriche e dei vestiari dei nobili.

 


Per concludere, Miss Marx non è sicuramente un film tecnicamente perfetto ma riesce benissimo nell'intento di portare avanti il pensiero femminmista di Susanna Nicchiarelli tramite la vita di Eleonor Marx, descrivendo quella che era una società irrispettosa e credule nei confronti delle donne, inoltre riprova come i film italiani possono ancora essere fatti per un un pubblico più vasto e non si riservino solo al nostro paese.


Lorenzo Falconi - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 21/10/2021

I Social di ERBA Magazine: