Bandiera Inglese

NDDDI//Iterazioni

 
tre attori sul palco con proiezioni sul corpo
Fonte: www.myspace.com/purplehaze_ph

 
NDDDI//Iterazioni
regia di PURPLEhaze
con Fabio Cerri, Lucia Mazzoncini, Luca Privitera
testi Marco Carlesi
design scenico Daria Pastina
video InFlux

Venerdì 19/03/2009 è andata in scena, presso il Punto Giovani di Prato (Ex-Macelli) il secondo studio del progetto NDDDI del collettivo pistoiese PURPLE haze. Già un anno fa, sempre al Punto Giovani, era stata messa in scena il primo studio dal titolo NDDDI//Niente di diverso da indossare, in cui a fare da scenario era la ex-cella frigorifera del PuntoGiovani.

Questa volta, dopo varie modifiche ed un lavoro svolto sui singoli attori, il tutto è stato riassemblato ed 'inquadrato' in uno scenario fatto da scatoloni bianchi su cui vengono proiettate immagini e picture-grafiche (le installazioni degli InFlux) le quali diventano elemento 'di gioco' per gli attori in scena.

Il messaggio, ammesso che ci sia un vero messaggio, è l'alienazione umana. Tema tante volte ripreso da scrittori e registi, la cui massima rappresentazione resta ancora quel 'Tempi Moderni' con Chaplin.

I PURPLEhaze hanno ritrattano il tema dandogli una chiave più psicologica e istintiva. L'istinto dei movimenti che gli attori eseguono sul palco sono tra il brutale e lo schizofrenico per farci 'vergognare' del nostro essere così intrappolati nei nostri gesti quotidiani. Quei gesti e quei pensieri/domande che ripetiamo, abbiamo sempre ripetuto e sempre ripeteremo nel futuro. Da il semplice 'lavare il limone prima di servirlo a tavola' al più narcisistico e per certi, ritenuto più importante dilemma del 'coprire il corpo con vestiti o...coprire vestiti con il corpo'.

Il testo, le installazioni, tutto quel bianco e gli attori creano una dimensione da cui lasciarsi trasportare, per poi venire rigettati. Rigettati dove? Nella ripetitiva realtà, quella dove viviamo noi, senza tutto quel bianco, ma piuttosto un bel pò di grigio... e movimenti e domande che si ripetono all'infinito...con cadenza estremamente più diluita negli anni.


In conclusione 'NDDDI//iterazioni' è senz'altro l'evoluzione migliore che poteva essere fatta al già buono 'NDDDI//Niente di diverso da indossare'. Davvero un lavoro di qualità, un' esperienza che non vi lascerà senza 'segni'.

Merita di essere visto assolutamente. In tal senso è utile tenere sotto controllo il loro MySpace per essere aggiornati sulle loro date: www.myspace.com/purplehaze_ph



Alessio Lauria - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 27/6/2016

I Social di ERBA Magazine: