Bandiera Inglese

ComunicAzione:tra confine e realtà

 

Nulla è mai scontato. Semmai si potrebbe dire, invece, che tutto è relativo. Relativo come una notizia, un avvenimento, un ricordo che in che ottica viene espresso.

L'altro ieri, ad esempio, era l'importante ventesimo anniversario della caduta del muro di Berlino. Non è solo l'abbattimento di un muro, ma la conclusione della Guerra Fredda. Per le nuove generazioni solo un evento; per i nostalgici un ricordo. Forse nulla in positivo è cambiato per i tedeschi (anzi chissà se ci saranno persino alcuni dell'ex Germania dell'est che rimpiangeranno il loro cosiddetto posto fisso, scorgendo ben presto che l'eldorado che si celava, che si bramava all'ovest, era solo una meteora o meglio un'utopia).

La caduta del muro di Berlino deve essere, dal mio punto di vista, un segno di svolta della storia fatta di pensanti uomini desiderosi di libertà. Troppo spesso il concetto di libertà e la sua pratica vengono dati come qualcosa di altamente scontato, gratuito. Quando questo accade è perché, in fondo, si è scordato il senso dell'eticità.

Attualmente, nel mondo, ci sono miriadi di convegni, mostre, documentari che ripercorrono gli attimi ed i momenti di quei giorni storici.

Presso la galleria Mitreo di Roma, però, fino al 29 novembre 2009 sarà possibile ammirare attraverso una mostra collettiva dal titolo ComunicAzione:tra confine e realtà.

Varie profusioni espressive di come gli artisti, per lo più giovani e non solo, hanno rivisitato quei momenti. Porrei l'attenzione sull'artista Fabio De Benedettis che, attraverso la sua proto-scultura, The only possible way rilascia, esprimendo quanto di più profondo in un gesto stemperato da un nano. E' un'opera che stempera gli animi, i ricordi e le ferite; facendo avvicinare il fruitore e strappandogli un sorriso.

Fabio De Benedettis è solito agire dietro scatti fotografici ma, quando si immette in istallazioni o proto-sculture, gli riescono divinamente. Basti rammentare l'opera Falce e martello.

Decisamente posso affermare che sia una mostra da vedere!



Valeria Lombardi - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 27/6/2016

I Social di ERBA Magazine: