Bandiera Inglese

Progress

Il ritorno alle origini dei Take that

 
misformusic.com

 
Ebbene si: Gary, Mark, Jason e Howard ovvero i Take that sono tornati insieme nel 2006 con l'album Beutiful World ed hanno riscontrato un ottimo successo di vendite anche per i concerti, vedi i grandi successi nella loro nazione di origine: l'Inghilterra.
 
Non è una riunion normale perché, in quindici anni, è successo davvero di tutto. Robbie Williams sforna un successo dopo l'altro. Gli altri quattro sprofondano nel baratro della depressione. I quattro Take that ritornano alla grande con già due dischi all'attivo e si riscattano su Robbie che ormai è all'apice della sua carriera da solista.
 
Ci sono voluti cinque anni per vedere Gary Barlow convicere il figliol prodigo Robbie a tornare nel gruppo. L'impresa non sarà certo stata facile, ma la decisione è stata supportata anche dalle ottime vendite dei due dischi precedenti della nuova era. Sarà stata, per Gary, una dolce vendetta artistica e musicale a dispetto del giovane e arrabbiato Willimas al tempo del loro scioglimento negli anni Novanta.
 
Ma veniamo all'attuale. Il titolo scelto per il nuovo album, Progress, sembra rispecchiare perfettamente la scelta artistica. Prodotto da Stuart Price, mago della Dance-Pop classica, che ha prodotto anche alcuni album di Madonna e Kylie Minouge.
 
Il nuovo lavoro dei Take that spiazza l'ascoltatore. Il brano più rappresentativo dell'album è senz'altro il primo singolo The Flood, che parte con l'introduzione della voce di Robbie Williams per poi arrivare ad armonizzarsi con tutto il gruppo. Più o meno le canzoni dell'album suonano allo stesso modo; alternando la voce iniziale solista per poi arrivare ad un insieme di voci.
 
Rimane comunque un buon prodotto, rivalutato dalle ottime voci di Robbie e Gary che si amalagano di nuovo a meraviglia. Un album dal sound "Adult-pop" che ci riconsegna alla musica uno dei migliori gruppi di "Boy-Band" degli anni Novanta.
 
Vale il nuovo motto del gruppo "Look back, Don't Stare" ovvero "Guardati indietro ma non stare a fissare", chiaro riferimento al passato.

Voto: 7



Sara Scardigli - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 27/6/2016

I Social di ERBA Magazine: