Bandiera Inglese

Lions Club chiude alla presenza di Sandro Veronesi

 

 
Lo scorso 12 gennaio si è conclusa, alla Biblioteca Lazzerini di Prato, la rassegna Libri d'Italia. Stefano Coppini, editore di questa serie di incontri, ha condotto la serata intervistando Sandro Veronesi sul suo ultimo romanzo XY edito dalla Fandango Libri.
 
La coppia di incognite evoca da un lato i due personaggi chiave del libro, un prete e una psichiatra, dall'altro una sorta di antica luna. Come spiega lo stesso Veronesi, la fusione della X e la Y è il tentativo di fare di tutti i saperi uno solo, di fondere i due personaggi in un'unica forza.
 
La storia è ambientata in un antico borgo di montagna il cui nome, San Giuda, crea quell'ambiguità che permea poi tutto il romanzo. Coppini commenta i personaggi paragonandoli a figure misteriose che si presentano come demoni o santi, matti o illuminati.
 
X e Y conducono la mente del lettore alle incognite del piano cartesiano, ai cromosomi, a un disco dei Coldplay per i fan, Veronesi le ha definite "una folata di vento che ti porta dove vuoi tu". Infatti, anche intorno a queste due lettere, che non fanno ancora ufficialmente parte dell'alfabeto italiano, ruota il mistero. Sono delle caselle scoperte che il lettore deve riempire ponendosi come parte attiva, facendosi carico di se stesso e iniziare l'avventura.
 
"Ho molta fiducia nelle letteratura. Con la parola coltello tu fai male. Le parole non sono solo pietre, sono mondi e il mondo è possibile se tu lo nomini" commenta lo scrittore riprendendo la quarta di copertina del libro "Se esistono le parole per dirlo, è possibile". Le parole che celano altre parole, un albero rosso intriso di sangue, simbolismi incontrollabili che sfuggono ma allo stesso tempo tornano continuamente a incuriosire il lettore.

Presente all'evento anche l'Assessore nonché scrittore e regista Edoardo Nesi che commenta: "La cosa che più mi ha lasciato senza fiato è la manifestazione del male - continua - Credo che sia uno dei tuoi più grandi risultati, Sandro". Alla domanda del collega "Esiste un film nella tua testa di XY" Veronesi risponde: "Dipende da quanto sono disposto a mollare su certe cose e credo di non essere disposto a mollare".

Ospiti della serata la Presidente del Lions Club Castello dell'Imperatore Paola Colzi, l'Assessore alla Cultura Anna Beltrame e il Presidente della Biblioteca Lazzerini Franco Neri. Il ciclo di incontri riprenderà a febbraio con Dacia Maraini.



Noemi Neri - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 27/6/2016

I Social di ERBA Magazine: