Bandiera Inglese

NDDDI / niente di diverso da indossare

Del gruppo PURPLE HAZE
Messo in scena il 15/04/2008 @ Officina Giovani

Con Fabio Cerri, Lucia Mazzoncini, Massimiliano Meoni e Luca Privitera
Testo Marco Carlesi
Costumi O're Do

Sullo sfondo delle celle frigorifere degli ex-macelli di Prato, prende vita NDDDI, uno spettacolo fuori dai soliti canoni della raffigurazione teatrale. A cominciare dalla dislocazione degli spettatori, tutti intorno alla scena, in modo che ogni spettatore abbia un punto di vista diverso (un tocco molto 3-d) e dai costumi, ispirati dal gruppo musicale Devo. NDDDI, nelle parole degli stessi autori vuole affrontare la tematica dell'abitudine raffigurandola come un indumento ricorsivo con cui l'individuo si veste per non porsi mai il problema di qualcosa di diverso. In scena si ripetono i movimenti, le azioni, i rumori della vita quotidiana con ritmo serrato, ossessivo, e l'uomo li 'subisce' fino al collasso. Da questo collasso una reazione, un tentativo di ribellione che, però, cadrà nel vuoto e l'abitudine riprenderà la sua tirannia sull'uomo.

Ottima prova per il giovane gruppo Purple Haze (www.myspace.com/purplehaze_ph) sicuramente da tenere d'occhio in futuro.



Alessio Lauria - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 27/6/2016

I Social di ERBA Magazine: