Bandiera Inglese

Baustelle - Amen (Ita 2008)

Quarto album della band di Siena (provincia) che ama Milano. Il disco è un CAPOLAVORO!

Il tutto parte con "E così sia" (solita 'traccetta' strumentale che non si sa a cosa serva...) poche note di pianoforte ma intense. Poi "Colombo" una figata di canzone che sembra scritta da Denver, il dinosauro rockettaro, e i suoi amici californiani (d'altra parte siamo a Beverly Hills!), "Charlie fa surf" il super-singolo amato/odiato (i vecchi fan odiano, il resto dell'Italia ringrazia) che fa un quadro perfetto dell'attuale adolescente italiano. "Il liberismo ha i giorni contati" futuro inno dei no-global italici (?!), "L'aeroplano", "Baudelaire" e "L" scorrono che è un piacere pur 'massacrando' il cervello con testi assolutamente non banali. "Antropophagus" è un'altra "Charlie fa surf" più velenosa ma sempre orecchiabile, come lo sono tutte le tracce di questo album. Tocco d'autore è "Alfredo" dedicata ad Alfredino Rampi, il primo 'concorrente' italiano di reality show (per saperne di più fate una veloce ricerca su Wikipedia). Il disco finisce con "Andarsene così" un inno da stadio che, probabilmente, i tifosi della Reggina dedicheranno alla squadra a fine campionato (vista la posizione in classifica). Ma i Baustelle, non contenti di aver scritto un album perfetto (ci manca poco alla perfezione), aggiungono due 'tracce fantasma' di cui vi faccio notare "Spaghetti western" accattivante pezzo rock sul precariato.

IN SOSTANZA: Il migliore album dei Baustelle. Il migliore album di musica italiana, insieme a "Requiem" dei Verdena - che bei titoli! siamo proprio il paese del Vaticano - , mai prodotto negli ultimi dieci anni. Sicuramente lascerà un segno nell'ascoltatore e sarà facile lasciarsi andare al canticchiare libero delle melodie dei pezzi. Come si dice "Accattatevillo!!" originale nel negozio di dischi (niente iTunes, please !).

VOTO: Ottimo



Alessio Lauria - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 27/6/2016

I Social di ERBA Magazine: