Bandiera Inglese

Arte, Architettura, Economia

Nell'ambito della mostra "Triggering reality"

 

Si è svolto lo scorso venerdì 15 febbraio alle ore 21.00 il terzo incontro inserito nel programma di incontri "Arte, Architettura, Economia" proposto dal Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci nell'ambito della mostra Triggering reality: nuove condizione per l'arte e l'architettura in Olanda".

L'incontro ha visto la presenza di due personalità molto interessanti: il prof. Andrea Paci dell'Università degli Studi di Firenze e la dott.ssa Irene Sanesi, specialista in economia della cultura. Le tematiche affrontate sono state  principalmente due: le ragioni della crisi finanziaria ed economica che ha colpito molti paesi del mondo (si parla di una vera e propria "crisi globale" viste le cause e gli effetti); come la cultura può essere mezzo per contrastare la crisi.

Molto interessanti le opinioni sia dei due relatori che dei partecipanti all'incontro; dal dibattito è emersa la necessità di ri-editare l'idea del prodotto industriale tessile attraverso l'uso del design e dell'arte; anzi, proprio il Centro per l'Arte Contemporanea potrebbe diventare il luogo dove "incubare" le nuove idee legate ai prodotti tessili e all'arte. Altra idea è quella di sviluppare la cultura locale e recuperare la propria identità per riuscire a gestire e affrontare la crisi.

Da un punto di vista strettamente personale, è risultato un pò fastidioso il tono usato nei confronti del turismo, visto come palliativo poco efficace per contrastare la crisi, soprattutto per la realtà cittadina; ma lo ammetto, sono faziosa dato che mi sono laureata in scienze turistiche (per altro proprio con una laurea sul turismo a Prato; ma tant'è...).

L'ultimo incontro si è svolto il 22 febbraio, sempre nelle sale della mostra, con la partecipazione di Lorenzo Benedetti, direttore della Middleburg Foundation fon Visual Arts che ha parlato delle contaminazioni fra arte e architettura.
 

 


 
 

 

Glenda Pagni - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 11/1/2017

I Social di ERBA Magazine: