Bandiera Inglese

Re della terra selvaggia

 
locandina
Fonte: margherita-nulladipreciso.blogspot.com

In questo film viene mostrata la povertà ed il degrado di una piccola comunità che vive in una zona situata in una foresta della California, chiamata dai suoi abitanti Bathtube. Viene focalizzata l'attenzione su una famiglia composta solamente da una bambina, di nome Hushpuppy, e da suo padre, Wink Doucet.

Il padre insegna a sua figlia come sopravvivere nel luogo dove si trovano, instillandole il coraggio, il desiderio di indipendenza, il valore della libertà e l'importanza dell'istinto di sopravvivenza.
Huspuppy ha un rapporto complicato con il padre e peggiora nel momento in cui viene a sapere che lui è malato e gli rimane poco tempo da vivere. Dovrà intensificare e velocizzare questa sorta di addestramento basato sulla forza e la sopravvivenza, perché ben presto si troverà a dover contare unicamente sulle proprie forze: dovrà diventare il cosiddetto "re della terra selvaggia", un individuo che non teme niente, affronta con coraggio le avversità ed è capace persino di domare gli "Uro", grandi bovini europei simili ai bisonti odierni.

Il film ci mostra un mondo del tutto nuovo ai nostri occhi dove l'uomo vive in completa armonia con la natura selvaggia. Nonostante ciò vengono messi in luce anche altri temi importanti come l'alienazione del mondo selvaggio da quello esterno civile e modernizzato; la natura selvaggia che da microcosmo diventa un macrocosmo e, infine, il passaggio radicale di Hushpuppy dall'infanzia alla maturità.

La natura del luogo circostante viene messa a dura prova dalle prime avvisaglie inerenti all'arrivo dell'uragano (probabilmente si fa riferimento all'uragano Katrina) il quale una volta arrivato, riesce a sconvolgere l'intero equilibrio ecologico della zona di Bathtube, impossibilitando la pesca o l'approvvigionamento del cibo.
Qui entra in gioco come ulteriore chiave di volta il disastro naturale come fenomeno distruttore in grado di cambiare radicalmente tutto un "piccolo grande mondo".

Un'immagine imponente ed importante si staglia sul finalee chiude simbolicamente l'intero film: Hushpuppy affronta uno degli uro con uno sguardo glaciale e allo stesso tempo con un animo ardente, nell'immenso panorama del vasto territorio arido. 

 


 
 

 

Brian Vannacci - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 10/1/2017

I Social di ERBA Magazine: