Bandiera Inglese

Salvatore questa è la vita

Regia: Gian Paolo Cugno. Anno 2006

Attori: Enrico Lo Verso, Galatea Ranzi, Giancarlo Giannini, Lucia Sardo, Alessandro Mallia, Gabriele Lavia.
Ispirato a una storia vera

Marco Brioni, giovane maestro di scuola elementare che lavora e vive a Roma, accetta di trasferirsi per un anno in un paesino della Sicilia per insegnare in una scuola. Qui conosce Salvatore, un bambino che a causa di problemi famigliari non può frequentare la scuola. E' un ragazzino di temperamento forte che si comporta come un adulto, lavorando con determinazione alla serra di pomodori che era del padre e occupandosi di tante altre mansioni per mantenere la sorellina e la nonna.
Il maestro prende a cuore Salvatore e inizia a dargli lezioni scolastiche a domicilio. In poco tempo il piccolo si affeziona a Marco: ha trovato un vero amico, deve fidarsi di lui.
Non è giusto essere sfruttati, eppure dopo mesi di duro lavoro, il piccolo deve far i conti con il grossista Timpaliscia, che d'accordo con alcuni mediatori, vuol liquidare la produzione dei suoi pomodori a prezzi molto bassi, rivendendoli poi a cifre ben più cospicue. Brioni però troverà una soluzione anche a questo problema.

Tante verità, un film che fa riflettere, un bambino invece di giocare e vivere la sua infanzia come tanti altri coetanei, è costretto a crescere prima del tempo, a lavorare. Purtroppo al mondo d'oggi ci sono parecchi piccoli come Salvatore che devono fare come lui, non vanno a scuola perché non ne hanno la possibilità. Ma in questa pellicola c'è anche una bella speranza, qualcosa che fa attutire i toni drammatici degli eventi: il maestro rinuncia al suo tempo libero per aiutare il piccolo, il preside della scuola ci pensa parecchio prima di mandare il bambino in una casa famiglia, cercando delle alternative, è giusto e indulgente.
Grande umanità: ci vorrebbero più scuole così impegnate nel recupero degli alunni, presidi che discutono in maniera così continua con assistenti sociali, è vero che si tratta di scuole dell'obbligo, che dunque ci sono dei rigorosi doveri oltre che dei sacrosanti diritti per gli studenti, ma è anche vero che per il piccolo Salvatore non è stata intrapresa una misura troppo rigida, anzi, molta comunicazione, buon dialogo, soprattutto da parte del maestro Marco Brioni... non credo sia sempre così... a volte manca una partecipazione emotiva intensa, sbaglio?

Per il regista Lo Cugno questo è il primo lungometraggio. Splendida l'interpretazione di Enrico Lo Verso (Marco Brioni), grande tenerezza per la spontaneità dei piccoli attori: di spicco, naturalmente, Alessandro Mallia (Salvatore).



Michela Buongiorno - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 27/6/2016

I Social di ERBA Magazine: