Progetto 'Giovani & fORTI'

Per l'inserimento dei giovani nel mercato del lavoro o della formazione

 
Banner Neet - progetto Giovanisì della Regione Toscana

Il progetto 'Giovani & fORTI' è uno dei 17 progetti vincitori del bando sperimentale rivolto ai NEET (acronimo di 'Not in Education, Employment or Training' ovvero giovani che non sono inseriti in alcun percorso di formazione, istruzione o lavoro) finanziato dalla Regione Toscana, nell'ambito del progetto Giovanisì.

 
 
  1. Il progetto
  2. A chi si rivolge
 
 

Cosa prevede il progetto

 

L'obiettivo generale del progetto è quello di fornire una serie di strumenti volti ad identificare e ridurre,  a livello provinciale, il numero dei NEET, tramite azioni destinate ad aumentare l'occupabilità giovanile, sia attraverso misure relative al sistema della formazione e dell'orientamento/accompagnamento individuale, sia attraverso misure che facilitano la transizione dalla scuola al lavoro. Tale obiettivo sarà raggiunto attraverso la costituzione di una rete territoriale che miri alla realizzazione di soluzioni innovative e di concreta fattibilità per accompagnare i destinatari in un percorso di avvicinamento al mondo del lavoro, attraverso progetti individuali che consentano di acquisire preziose soft skills e competenze che facilitino la ricerca di lavoro.

 

Queste azioni mirano a favorire nei giovani la riconquista della fiducia e della motivazione, l'acquisizione di competenze sia professionali che trasversali (problem solving, autovalutazione, capacità relazionali, ecc...) oltre allo sviluppo di abilità sociali e di auto-imprenditoria.

 

Il progetto riguarderà soprattutto le opportunità di lavoro nei settori più richiesti dai giovani, facendo conoscere ai giovani NEET del territorio pratese le opportunità offerte; con misure di accompagnamento volte ad ascoltare e orientare i beneficiari dell'iniziativa, creando situazioni dove i giovani possano 'incontrare' il lavoro, mettersi in rete e fare circolare le idee.

 

A chi si rivolge

 

I soggetti destinatari delle azioni formative saranno almeno 30 giovani che sono fuori dal circuito della formazione, dell'istruzione e lavoro e pertanto svantaggiati nel'ingresso nel mercato del lavoro; verrà rivolta particolare attenzione a quei giovani che sono a forte rischio di esclusione sociale, per il contesto sociale e culturale in cui vivono. 

 
 

Per maggiori informazioni:

 
 
Ultima revisione della pagina: 4/7/2016