Bandiera Inglese

50 anni di Lucca Comics and Games

Con uno spazio tutto dedicato a fumettisti ed artisti 'in erba'

 
foto di Francesca Ferro

Un'edizione particolare quella di quest'anno del Lucca Comics and Games, fiera toscana del fumetto e dei videogiochi che ha come "palcoscenico" d'eccezione le pittoresche mura di Lucca.

Quest'anno si festeggiavano infatti i 50 anni della manifestazione! Eh sì, il nostro Lucca Comics and Games non è più un "giovincello" e sono cambiate molte cose dai suoi primi anni di vita: sono aumentati i punti di interesse, gli artisti e si sono susseguiti vari partecipanti degni di nota. Gli eventi programmati si sono moltiplicati e, naturalmente, anche il numero degli interessati è cresciuto molto nel giro di questi anni. Già da circa due o tre anni era aumentata notevolmente l'affluenza alla manifestazione, ma è stata l'edizione dello scorso anno quella che ha raggiunto l'apice di presenze (comprendendo cosplayer, fan o semplici interessati). 

Anche quest'anno non sono mancate le persone che, entusiaste, sono venute un po' da tutta Italia per poter vivere queste giornate di festa e di svago. Quest'anno i quattro giorni del Lucca Comics sono capitati tra il 30 ottobre e il 2 novembre: a cavallo quindi tra Halloween e Ognissanti. Andando a giro tra le vie della città, passeggiando sulle mura e ammirando i numerosi cosplayer non potevano quindi mancare avvistamenti di zombie e non-morti, tutti quanti truccati in maniera molto realistica e impressionante. La giornata clou di tutto questo è stata la serata del 31 ottobre, nella quale ha avuto luogo una "marcia" a tema Halloween. Chi fosse stato a giro per la città nelle ore tarde ha avuto modo di vedere una notevole orda di zombie, morti viventi e mostri delle più disparate specie aggirarsi per le strade, "recitando" la loro parte e divertendosi a spaventare gli eventuali passanti.

Anche quest'anno il Lucca Comics è stato luogo di ritrovo per tutti gli amanti di anime, manga, serie tv, film, fumetti e videogiochi vari, nonché scenario di sfilate di gruppi di cosplayer a tema - dal fantasy a Harry Potter fino a Star Wars - e di bancarelle tra le più varie, particolari ed interessanti.

Come al solito non potevano di certo mancare i padiglioni dove poter incontrare e avere l'autografo di autori, artisti e fumettisti professionisti, godersi delle anteprime inedite, assistere ad eventuali presentazioni di giochi di ruolo (uno tra i tanti da considerare è un gioco di ruolo a tema fantasy, "Cronache di Populon", auto-produzione fatta da un gruppo di ragazzi del Mugello) e partecipare a vari workshop, spaziando dal disegno tradizionale al disegno su tela o in digitale.

 


 
foto di Francesca Ferro

Ampio spazio è stato dato ai professionisti di ogni settore, una parte abbastanza consistente della fiera è stata dedicata anche agli "artisti in erba": in questo modo questi ragazzi di ogni età hanno avuto l'occasione di portare il loro nome ed il loro talento fuori dalla loro regione e hanno potuto presentare le loro opere a quello che un giorno sarà il loro futuro pubblico. Molti di questi lavori erano auto-produzioni, molti altri progetti in fase di lavorazione. Tutti, ad ogni modo, promettevano molto bene ed i loro autori hanno, così, iniziato a farsi conoscere almeno un po' da quella che è stata l'audience di quest'anno.

Una promettente futura autrice degna di nota, tra i tanti, è una giovane e talentuosa fumettista veneta di nome Veronica Pegoraro, tra l'altro mia carissima amica, che ha presentato al "popolo" di Lucca il "volume 0" del suo progetto: un fumetto intitolato "Pathos" che narra la storia della difficile amicizia tra un angelo e un demone e le tensioni ed i conflitti che corrono tra le loro due specie, il tutto visto attraverso gli occhi e l'interpretazione (e la penna) di Veronica e reso grazie ai suoi intriganti personaggi, che contribuiscono ad arricchire le vicende di emozioni e curiosità. Sebbene abbia ancora molta strada da fare e sebbene questo primo volume introduttivo fosse composto solo di 16 pagine posso affermare, avendolo comprato personalmente e conoscendo abbastanza bene molti aspetti dei personaggi presi in questione per questo racconto, che "Pathos" è un'allettante promessa del mondo del fumetto: lo stile di disegno è intrigante e curato, la storia ed i personaggi sanno come catturare l'attenzione del lettore e, spoiler!, i capitoli che seguiranno probabilmente passeranno una fase di pubblicazione online prima della stampa, stando a quello che mi ha confidato l'autrice stessa. Quindi perché non farci un pensierino su?

Il Lucca Comics and Games ha segnato un altro punto a suo favore con l'edizione di quest'anno e - ottima notizia per tutti gli affezionati a questa fiera - date le affluenze, si vocifera che gli organizzatori vogliano, dal prossimo anno, aumentare l'evento di un giorno, arrivando a 5 giorni anziché i 4 che hanno avuto disponibili fino a quest'anno.

Nonostante i tempi non esattamente facili, quindi, la massa sta facendo sentire la sua opinione riguardo a fiere di questo calibro, a suon di comics, games e cosplay!

 

 

Francesca Ferro - ERBA magazine
 
Punto Giovani Europa

Ultima revisione della pagina: 10/1/2017