Laboratori Officina Giovani

 





Di seguito i laboratori rivolti ai giovani in programmazione a Officina Giovani.

 
  1. Animamondi – Laboratorio di Gioco di ruolo dal vivo
  2. PostPop – Da Mozart alla Trap

 

Animamondi – Laboratorio di Gioco di ruolo dal vivo

A cura di: +Prato
 

Il gioco di ruolo dal vivo è una forma di esperienza ludico-creativa tra le più innovative e interessanti degli ultimi tempi, nonostante se ne possa rintracciare elementi primigeni fin dall'antica Grecia. Partecipare ad un gioco di ruolo dal vivo significa interpretare, all'interno di una ambientazione immaginaria, rievocata ad hoc da ambienti, scenografie, un personaggio facente parte di una storia all'interno di un mondo di fantasia, che gli organizzatori del gioco preparano e realizzano per ottenerne una meticolosa rappresentazione. Quindi il gioco riunisce, in una dimensione ludica, tanti elementi creativi ed espressivi come la recitazione, lo sviluppo di un proprio personaggio all'interno della sua dimensione rappresentativa, improvvisazione tematica e linguistica, gioco della parti all'interno di una storia, creazione di vere e proprie trame di gioco soggettive e condivise all'interno della rappresentazione comune, uso dinamico ed eclettico della propria immaginazione, applicazioni narrative continue della propria fantasia e via discorrendo.

Il laboratorio prevederà:

  • ideazione e scrittura di una storia, trame e sotto trame del gioco, la realizzazione di un ambientazione, un regolamento di gioco, prop e piccole scenografie per le rappresentazioni, caratterizzazione del gioco da un punto di vista della giocabilità (personaggi giocabili, contestualizzazione, specifiche ecc);
  • fasi creative di confronto e brainstorming tra i partecipanti, altre fasi teoriche e propedeutiche, nonché tematiche ed argomentative sul gioco di ruolo, la sua storia ecc, la fase (più sostanziosa) di lavoro laboratoriale specifico e dedicato alle varie sezioni realizzative in cui i partecipanti si divideranno a gruppi di lavoro, e infine delle fasi parallele di formazione sull'interpretazione in gioco;
  • sviluppo delle capacità organizzative, del lavoro di gruppo, della progettualità e realizzazione, attraverso il gioco, nonché crescita da un punto di vista collaborativo, decisionale, sinergico e sociale attraverso il lavoro di gruppo su un progetto ludico condiviso dalla sua ideazione al compimento.

I gruppi di lavoro saranno divisi per ogni settore realizzativo del gioco di ruolo dal vivo: storia e ambientazione, trame e sotto trame, regolamento di gioco, prop e scenografie, amministrazione e logistica.

Parallelamente al lavoro di gruppo si svolgerà una formazione sull'interpretazione e la recitazione in gioco per formare i partecipanti su: il ruolo del personaggi, l’inserimento nella storia e come veicolarla attraverso di essi, la gestione del gioco attraverso i ruoli predefiniti nella trama organizzata nel gioco ed altri elementi ancora. Inoltre sarà fatto sui personaggi un lavoro propedeutico sulla recitazione in gioco, su come calarsi nei personaggi, come “cambiare maschera”, adattarsi ai ruoli, come lasciarsi andare al personaggio che si interpreta e come controllarlo, ed altro ancora.

 

Il laboratorio è gratuito e aperto a tutti i giovani.

Il giovedì dal 24 gennaio al 28 marzo 2019 dalle 21.00  a 00.00 a Officina Giovani. 

Per iscriversi è necessario inviare una mail con i propri dati anagrafici all'indirizzo di posta elettronica di seguito riportato.

 

 

PostPop – "Da Mozart alla Trap" – La Musica: dalla finzione della verità alla rivoluzione nichilista.

A cura di: Società Filosofica Italiana - Sez. di Prato
 

Il seminario/laboratorio prevederebbe una serie di incontri che raccontano e illustrano determinati snodi nella storia della musica che hanno provocato rottura e cambiamento sia per quanto riguarda il concetto della musica stessa, sia per la cultura intorno (e prodotta).Il seminario prevede un approccio temporale a maglie larghe per quanto riguarda la musica classica, con un particolare focus su Mozart e le sue invenzioni sia musicali che culturali, fino al blues ed al jazz, per poi farsi serrato di decade in decade dagli anni '60 fino ai giorni nostri. Dagli anni '60 in poi, la spina dorsale della musica che analizzeremo sarà quella del rock, in forza del concetto di "rottura" nella musica; con infiltrazioni trasversali di altri generi e contesti musicali che hanno caratterizzato le varie decadi (fenomeni pop, elettronica, dance ecc). Fino ad arrivare agli anni '80 e sviluppare in parallelo il fenomeno dell'hip-hop in tutte le sue caratteristiche culturali e, nello specifico, musicali. Il salto finale sarà quello dentro il “non-concetto” della musica Trap, fermo restando che durante tutto lo svolgimento del seminario getteremo "ponti" di comprensione tra la storia della musica e la sua contemporaneità.

L'intento del seminario è quello di utilizzare il linguaggio della filosofia, coinvolgendo però sia esperti del settore che musicisti, al fine di avvicinarci a comprendere, attraverso una analisi filosofica della storia della musica, i fenomeni più recenti che la riguardano fino appunto alla "rivoluzione nichilista" della trap. Un progetto ampio, dettagliato ed articolato che metterà a confronto momenti emblematici e significativi per il nostro percorso a partire dall'ironia mozartiana, anticipatrice della famosa ironia postmoderna, fino al nichilismo incarnato della Trap, passando attraverso gli slanci, le rotture, e i mutamenti che hanno caratterizzato un’importante fetta della storia della musica. Raccogliendo la sfida di guardare oltre e ritrovare la linea dell’orizzonte della musica nel XXI Secolo. L'obbiettivo del laboratorio è quello di stimolare l'intelligenza dell'orecchio attraverso gli ascolti e la pratica interattiva al fine di imparare ad ascoltare i modelli di pensiero che si trovano nella storia dei diversi generi musicali; saranno sfruttate le caratteristiche formative della musica che dovrebbero aiutare nel "saper dire" le proprie emozioni, cosa assai importante in tempi di "analfabetizzazione" emotiva.

Il ciclo di incontri è gratuito e aperto a tutti i giovani.

Il lunedì dal 28 gennaio al 25 marzo 2019 dalle 21.00 alle 0.00.
Per iscriversi è necessario inviare una mail con i propri dati anagrafici all'indirizzo di posta elettronica di seguito riportato.

 

Per maggiori informazioni e iscrizioni:

Officina Giovani
E-mail: a.toccafondi@comune.prato.it - staff@officinagiovani.it

 

Contatti di Officina Giovani

Officina Giovani
Piazza dei Macelli, 4
Telefono: 0574 1836753
E-mail: a.toccafondi@comune.prato.it - staff@officinagiovani.it
Sito web: www.officinagiovani.it

Facebook: @OfficinaGiovaniPrato
Instagram:@officinagiovaniprato
YouTube:Officina Giovani Prato
 
Ultima revisione della pagina: 15/1/2019

I Social di Officina Giovani: