Bandiera Inglese

Le residenze creative a Officina Giovani

 
 

Residenze creative è un progetto del Comune di Prato per rendere Officina Giovani un luogo di progettazione e gestione condivisa di attività artistiche e culturali, prevalentemente connesse alle politiche giovanili.

Gi spazi dedicati alle residenze delle associazioni culturali selezionate sono: sala espositiva, sala danza e open space.

 
 
Le nuove residenze artistiche di Officina Giovani: Codesign ToscanaFactory Tac e CUT - Circuito Urbano che si aggiungono a Estuario Project Space, Factory Lab e Metropopolare Teatro.

A breve la pagina sarà aggiornata con le nuove presentazioni e attività.
 
  1. Codesign Toscana
  2. CUT - Circuito Urbano Temporaneo
  3. Estuario
  4. Factory Lab
  5. Factory TAC
  6. Teatro Metropopolare
 

Codesign Toscana in Sala espositiva

 

Codesign Toscana è un'associazione culturale e un collettivo popolato da professionisti multidisciplinari e ricercatori che promuovono l'innovazione socio culturale attraverso le metodologie del design. Sviluppa e aiuta a sviluppare percorsi di progettazione collaborativa, in risposta ai bisogni del contemporaneità connettendo cittadini, organizzazioni pubbliche e private. Codesign Toscana aspira a diffondere il design come mindset per facilitare la transizione dalla partecipazione alla co-progettazione in risposta alle sfide della contemporaneità. Per farlo, si propone di favorire la creazione di comunità in continuo mutamento mantenendo vivi orizzonti progettuali, stimolando cioè la capacità e la responsabilità di essere attivamente coinvolti nell’ideazione di soluzioni creative.

Cellulare: +39 3391119906
E-mail: info@codesigntoscana.org
Sito web: www.codesigntoscana.org  

 
 
 

CUT - Circuito Urbano Temporaneo in Sala tavolo marmo

 

L’Associazione CUT | Circuito Urbano Temporaneo opera in ambiti culturale, artistico e sociale, si pone fin dal principio l’esigenza di indagare il mondo contemporaneo utilizzando i mezzi artistico e ambientale come motori di consapevolezza, rigenerazione, aggregazione e partecipazione. Promuove il territorio e valorizza le persone mirando alla formazione di cittadini attivi tramite l’arte contemporanea, la diffusione di buone pratiche e con il coinvolgimento delle realtà locali per far comprendere che la cultura rappresenta la prima risorsa per lo sviluppo della società. CUT| Circuito Urbano Temporaneo e da sempre impegnata a rileggere e rigenerare aree in stato di non utilizzo e spazi residuali attraverso l’attivazione di processi educativi, didattici, di relazione e inclusione sociale.

Nello spazio per il progetto collettivo Transpace collaborano altre due realtà, l'associazione Forme e il collettivo di giovanissimi Masc.

Cellulare: 3293233936 (Stefania)
E-mail: cutcircuitourbanotemporaneo@gmail.com
Sito web: www.cutcircuitourbanotemporaneo.com

 
 
 

Estuario in Sala espositiva

 

Estuario è uno spazio di condivisione e dialogo prima ancora di definirsi come luogo fisico. Nella rete di dati ossessivi del presente, la riflessione e l’atto di interrogare-questionare sono la più onesta forma di resistenza. L’etimologia della parola stessa aestuarium, der. di aestuare ‘ribollire’, 'luogo dove le acque si agitano' si presta a molteplici interpretazioni, l’aspetto dubitativo diventa necessità dialettica. L’etereogenità del gruppo riflette la volontà di porre al centro il fluire multidisciplinare, la libertà sperimentale contro gli strumenti di controllo insiti nelle pratiche di definizione, incasellamento e settorializzazione. Su questi presupposti si inseriscono tutte le attività che sono state (e che verranno) ideate per lo spazio. Estuario è uno studio per artisti, curatori, autori e chiunque voglia portare una propria idea e contributo. Al suo interno si tengono laboratori sui linguaggi contemporanei e sui processi espositivi

Estuario è un progetto di: Marina Arienzale, Serena Becagli, Francesca Biagini, Roberto Fassone, Matteo Innocenti, Dania Menafra, Enrico Vezzi, Virginia Zanetti

E-mail: estuario.info@gmail.com
Pagina Facebook
Profilo Instagram

 
 
 

Video di presentazione

 
 
 

Factory Lab nell'Open space

 

Al fine di creare un luogo di incontro e crescita culturale, Factory Lab si propone di utilizzare gli spazi di Officina Giovani per creare una scuola di formazione multidisciplinare delle arti del cinema e del teatro, aperta a tutti e costituita da corsi annuali e laboratori periodici. Factory Lab vuole essere uno spazio dove le diverse arti si fondono e si contaminano, una fabbrica aperta multiculturale ed interculturale, un percorso di incontro con l'altro teso a coltivare quelle potenzialità spesso dimenticate o nascoste in un periodo storico in cui la forma ha prevaricato la sostanza, il virtuale il senso reale, il bombardamento mediatico l'educazione al bello.

E-mail: factorylab.artist@gmail.com
Pagina Facebook

 
 

Tutte le attività

 
 

Video di presentazione

 
 
 

Factory TAC nell'Open space

Factory TAC è un’ impresa culturale, si occupa di arte e di cultura, è punto di incontro e di scambio, fucina di idee e catalizzatore di proposte creative per proporre esperienze culturali che sappiano dialogare con il territorio, apportando un respiro nazionale e internazionale.

Factory TAC
nasce dall'incontro di tre realtà teatrali professionali (Edoardo Nardin, Francesco Dendi e Tommaso Carovani). L’associazione di promozione sociale Factory TAC (prima denominata Terzo Piano Teatro) si costituisce nel dicembre 2008. Le sue iniziative si differenziano dalla produzione teatrale e cinematografica, all’organizzazione di eventi e alla formazione artistica.

E-mail: info@factorytac.com
Sito web: www.factorytac.com
Pagina Facebook 

 
 
 

Teatro Metropopolare nell'Open space

 


Teatro Metropopolare è un collettivo di artisti, fondato nel 2004 da Livia Gionfrida. Ad esso aderiscono Marco Serafino Cecchi, Alice Mangano e Giulia Aiazzi. Ha sede a Prato dove svolge attività di produzione, formazione, ospitalità e diffusione nell’ambito della ricerca teatrale e video. Metropopolare lavora in territori di confine tra arte e sociale, conducendo progetti in cui il teatro diventa strumento di inclusione e cittadinanza attiva. Istituti penitenziari per adulti e minori, scuole, anziani, donne vittime di abuso, migranti residenti di prima e seconda generazione, richiedenti asilo e rifugiati, sono stati in questi anni al centro della progettazione. Dall’esperienza maturata emerge con forza come l’arte possa diventare una forma innovativa d’interazione, favorendo il cammino di empowerment dell’individuo e la creazione di società più solidali e attente ai diritti di ciascun individuo.
       
E-mail: teatro@metropopolare.it
Sito web: www.metropopolare.it 
Pagina Facebook
Profilo Instagram

 
 
NEW La Foresta - Laboratorio teatrale per ragazzi di Teatro Metropopolare
Dal 15 ottobre a Officina Giovani

Gli eventi e le attività
 

Video di presentazione

 
 
 

Per maggiori informazioni:

 
Ultima revisione della pagina: 27/10/2021

I Social di Officina Giovani: