Bandiera Inglese

Promozione di se stessi nel mondo del lavoro

 

Per promuoversi nel mondo del lavoro è necessario proporsi attivamente.
 
Per rivolgersi al mercato, è necessario:

 
  • conoscere l'ambito in cui si vuole lavorare;
  • non aspettare che un'azienda contatti, bensì contattarla direttamente;
  • non aspettare che vengano fatte delle domande, ma promuoversi al meglio;
  • convincere l'azienda che avete le potenzialità per ricoprire quel ruolo.
 

Presentare se stessi è un po' come 'vendere' la propria immagine sapendo però che ciò che siamo non ha un valore unico per interlocutori diversi, ognuno ne apprezzerà aspetti differenti in relazione alle sue esigenze.
 
È per questa ragione che non basta preparare un buon curriculum, ma è necessario personalizzarlo rispetto alle aspettative di chi lo legge.

Come proporsi dipenderà:

 
  • dalle caratteristiche e aspettative del candidato
  • dalla professione per la quale è possibile candidarsi
  • dai diversi interlocutori che si vuole 'sedurre'
 

Per scegliere consapevolmente il lavoro che una persona intende svolgere vi sono tre tappe:

 
  • il bilancio personale, che aiuta a capire chi siamo e che cosa vogliamo fare;
  • il bilancio professionale: per quelle persone che hanno già sviluppato un'esperienza professionale;
  • il progetto professionale, strumento attraverso il quale il professionista esplicita obiettivi e strategie che intende utilizzare per raggiungerli.
 

All'interno del bilancio personale si colloca il percorso formativo.

 

Percorso formativo

 

Il percorso formativo è alla base del bagaglio di competenze di una persona.
Nel percorso formativo vanno prese in considerazione:

 
  • tutte le esperienze scolastiche, anche quei percorsi iniziati e mai terminati;
  • i corsi di aggiornamento e quant'altro svolto fuori dall'ambito scolastico;
  • formazione permanente.
 

Strumenti per autopromuoversi

 

Per promuoversi sul mercato vi sono alcuni canali e strumenti principali:

 
  • associazioni di categoria e professionali, albi e ordini (mantenere il contatto con queste realtà serve per capire se ci sono delle richieste e essere a conoscenza dei trend, le esigenze e perfino le 'mode' per identificare nuove opportunità e perfezionare il proprio progetto).
  • autocandidatura attraverso CV (si tratta di inviare spontaneamente il proprio curriculum, con una chiara lettera di accompagnamento. La propria candidatura dovrà essere indirizzata alla direzione del personale, è è utile inviarla però anche al responsabile della funzione a cui mirate nel caso in cui abbiate una storia particolare che solo uno specialista può valutare appieno).
  • stage non è propriamente un canale attraverso cui promuoversi anche se è vero che spesso si rivela un'ottima occasione per farsi conoscere anche da altre aziende grazie al passaparola e la 'rete'. I contatti sviluppati in questa occasione possono essere davvero molto utili e preziosi.
 
Ultima revisione della pagina: 29/6/2016